Alberione.jpg

Beato Giacomo Alberione

AlberioneBanner.jpg

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/6

Noi Pastorelle siamo parte della Famiglia Paolina, che ha nel Beato Giacomo Alberione il comune padre e Fondatore, un profeta dei tempi moderni che ha saputo capire il ruolo insostituibile della donna al servizio della Chiesa.

Forse la nota più audace delle sue fondazioni è stata quella di affidare alla donna consacrata il ministero pastorale della “cura d’anime”.

Ma lasciamo che sia Don Alberione stesso a raccontarci gli inizi della Famiglia...

«La notte che divise il secolo scorso dal corrente (è la notte fra 31.12.1900 e 1º.1.19001) fu decisiva per la specifica missione e spirito particolare in cui sarebbe nato e vissuto il futuro Apostolato. Si fece l’adorazione solenne e continuata in Duomo (Alba) dopo la Messa solenne di mezza-notte, innanzi a Gesù esposto… Una particolare luce viene dall’Ostia santa, maggior comprensione dell’invito di Gesù “venite ad me omnes”

“Venite a me voi tutti” (Mt 11,28).»

Alcuni anni dopo…

«Appena ordinato sacerdote, fui inviato come vice-parroco e poi come parroco in una parrocchia del Piemonte. Ero felicissimo; ciò rispondeva pienamente ai miei desideri: fare il pastore di anime.»

 

Nel breve periodo in cui egli operò nella pastorale parrocchiale, intuì il valore e la complementarietà del ministero pastorale della donna “associata allo zelo sacerdotale”, secondo la Parola della Genesi e l’esperienza della prima comunità cristiana. Nei primi anni del suo sacerdozio vide la necessità di una Congregazione di Suore dedite esclusivamente alla missione pastorale, accanto ai Pastori, per la vita del gregge. Suore che potessero fare dell’edificazione della comunità cristiana l’opera della propria missione.

 

L'intuizione iniziale prese consistenza verso il 1936 e il 7 ottobre 1938 si aprì la prima casa dell'Istituto a Genzano di Roma. L'approvazione di diritto diocesano venne concessa il 23 giugno 1953; pochi anni dopo, il 29 giugno 1959, giunse da Papa Giovanni XXIII l’approvazione pontificia.

Il 26 novembre 1971, all’età di 87 anni, confortato dalla visita e dalla benedizione del papa Paolo VI, Alberione lascia la terra per fare ritorno alla Casa del Padre.

È stato beatificato da papa Giovanni Paolo II, a Roma, il 27 aprile 2003.

  

Per comunicare grazie ottenute e chiedere informazione e ricordi:

Postulatore Generale della Famiglia Paolina
via Alessandro Severo 58 – 00145 ROMA
posgen@paulus.net