60° Giubileo di Professione Religiosa ad Albano Laziale

Il 3 settembre 2022 è stato un giorno di festa per tutte noi, per l’anniversario della nostra prima Professione Religiosa. Per chi ha festeggiato il 60°, la gioia e la gratitudine al Signore, nostro buon Pastore è stata ancora più profonda e sentita. A questa festa ci siamo preparate tutte con un triduo di preghiera che ci ha aiutate a contemplare il cuore di Maria, Madre del Buon Pastore, luce per il mondo.



I testi, tratti dal Vangelo, dalla parola di Papa Francesco e del Beato Alberione, ci hanno tracciato un breve, ma efficace cammino che ci ha condotte fino a Maria, disponibile, fedele e coraggiosa ai piedi della croce.

Nella Celebrazione Eucaristica, presieduta da don Domenico Soliman, nuovo superiore generale della ssp, il ringraziamento a Dio è salito al cielo da tutti i nostri cuori e soprattutto dalle festeggiate per i 60 anni di Professione, nel rinnovamento del nostro sì. Molto bella è stata anche la presenza di una buona rappresentanza dei fratelli e sorelle della Famiglia Paolina dei Castelli.


Vivo è stato il nostro ricordo delle sorelle che non erano presenti, ma che celebreranno il 60° Giubileo a Verona, il 7 ottobre. Ci siamo sentite in comunione con loro e anche con quelle che sono già nella Casa del Padre.


La festa ha avuto poi continuità in un rinfresco con tutti e il pranzo con le sorelle delle comunità di Albano Laziale. Abbiamo ricevuto i saluti e gli auguri da tante sorelle dall’Italia e da altre Nazioni.


Nel nostro cuore custodiamo tanta gratitudine al Signore per gli anni vissuti nel servizio al popolo di Dio e un profondo desiderio di continuare a donarci al buon Pastore, come e dove Lui vuole oggi.


Don Alberione ci diceva: “La vostra Parrocchia è il mondo”. Ora per la maggioranza di noi il mondo si è ristretto alle comunità di Albano Laziale, Negrar e Verona, ma il nostro cuore pastorale può raggiungere tutta l’umanità con la preghiera, l’offerta della nostra vita e anche delle nostre fragilità, quelle che solo Lui può trasformare.


Donaci il tuo cuore o Gesù buon Pastore perché possiamo continuare ad offrirti la nostra vita per tutta l’umanità così bisognosa di te.

sr Federica Renzulli, sjbp



82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti