Grest Missionario ad Albano - Casa Madre

La domanda chiesta dalla Scheda n. 2 che ci prepara alla celebrazione del prossimo Capitolo generale e intorno alla quale ci siamo confrontate per “esprimere la partecipazione alla missione pastorale di Cristo, oggi” ci ha suggerito l’idea di essere vicine a tutte le Pastorelle sparse nel mondo e che nelle parrocchie vivono particolari iniziative estive con gli adolescenti, i giovani, gli anziani e le famiglie.

Qui, in Casa Madre la parrocchia è la nostra comunità: quindi fraternità, accoglienza e impegno rinnovato ogni giorno. Nella impossibilità reale di compiere l’apostolato esterno, abbiamo pensato che il migliore modo per noi di partecipare alla missione pastorale di Cristo, oggi, era quello di sostare ogni giovedì, nel pomeriggio, davanti al SS.mo chiedendo luce, grazia e sostegno per ogni sorella, impegnata ad edificare le comunità cristiane in comunione con i Pastori della Chiesa.


È nato così il Gruppo estivo, vissuto nei mesi di luglio e agosto 2022, fondato sulla preghiera e con una connotazione missionaria. Che cosa abbiamo realizzato? Ci siamo immaginate un viaggio virtuale, fatto di soste in tenda nella solitudine e nel silenzio, equipaggiate di zaino dentro il quale non potevano mancare Bibbia e Rosario. Ci è sembrato che non possano mancare le calzature adatte alle ascensioni, ovvero per i momenti in cui il percorso della preghiera si fa più impegnativo e impervio. In una buona uscita in montagna è rilassante trovare dell’acqua dove poter fare una sosta riposante: “… ad acque tranquille mi conduci …” Potremmo aggiungere anche i bastoncini del sostegno fraterno, la piccozza, gli occhiali, un buon berretto e quant’altro ci aiuti per un ottimo percorso in cordata.


Nella Chiesa di Casa Madre, ad ogni appuntamento di preghiera c’eravamo proprio tutte e l’intensità del raccoglimento era palpabile.


Per ricordarci l’impegno, abbiamo realizzato una locandina con le indicazioni di viaggio: noi crediamo che ogni sorella nella preghiera si sia fatta carico di pensare alle urgenze pastorali parrocchiali, diocesane e di ogni Nazione dove le Pastorelle sono presenti.


L’ultima tappa l’abbiamo conclusa davanti alla statua della Vergine Maria situata nel nostro giardino: a lei abbiamo affidato ogni Sorella, ogni aspirazione, i nostri sogni pastorali, il popolo di Dio in mezzo al quale camminiamo, i parroci, i Vescovi e l’intera Famiglia Paolina.


Per tutti abbiamo chiesto grazia e benedizioni.

Sr Rita Nardon, sjbp



169 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti