Io sono la vite, voi siete i rami:

un ritiro di tre giorni con i Collaboratori Parrocchiali

Condividendo l'esperienza del nostro ritiro di otto giorni nella bellissima zona vinicola della Clare Valley, a circa 139 km da Adelaide, con tre dei nostri collaboratori parrocchiali, hanno espresso il loro desiderio anche solo di tre giorni di ritiro. Mary, Leanne e Rebecca, attivamente coinvolte come lettrici, ministre straordinarie dell'Eucaristia e dell'Equipe battesimale, esprimevano il desiderio di trascorrere un po' di tranquillità per avvicinarsi al Signore.



Dopo aver chiesto l'alloggio presso la Guest House dei Padri Gesuiti presso il Centro di Ritiri a Sevenhill, noi quattro ci siamo riuniti per decidere una data e un'ora dell'anno in cui incontrarci. L'autunno sembrava l'ideale e ci siamo incontrati altre due volte per pianificare le giornate insieme per assicurarci che le nostre sessioni insieme rispondessero alle loro esigenze.


Ogni giornata è stata dedicata a una delle Persone della Santissima Trinità: Padre, Figlio e Spirito. Il tema generale era Gesù come la vite e noi i tralci, Giovanni 15:1-17. Avevamo anche concordato di sperimentare diverse modalità di preghiera: Lectio, Meditazione, Liturgia delle Ore, Preghiera immaginativa contemplativa e l'uso della pittura religiosa per i testi delle Scritture che avremmo utilizzato durante il ritiro.


Ogni giorno, dopo pranzo, visitavamo un luogo storico come il cottage dove soggiornò Santa Mary MacKillop quando fu scomunicata, la bellissima chiesa di San Luigi, una delle prime chiese costruite nella zona, e la Cripta dove furono i primi gesuiti sepolto e la vicina città del patrimonio. La sera dopo cena e prima della preghiera notturna, trascorrevamo un'ora in cui potevamo chiarire o porre domande su questioni di interesse o esplorare ulteriormente qualcosa che era emerso nella condivisione di gruppo durante le sessioni diurne. Un esempio, i movimenti dello spirito buono e cattivo; l'esperienza della paura che a volte può paralizzarci.


L'ultima notte abbiamo potuto celebrare l'Eucaristia e recitare il Rosario come preghiera notturna. Prima di partire, il sabato mattina, a conclusione della nostra preghiera, ogni persona ha ricevuto un segnalibro con le parole: “Io ti ho scelto e ti ho incaricato di andare a portare frutto”.


Questi sono stati giorni di benedizione per noi. Rinnovato nella fede, nella speranza e nell'amore; approfondito nel nostro rapporto con il Signore e gli uni con gli altri; e con il nostro desiderio di condividere qualcosa della nostra esperienza con altri viaggiatori.

Sr. Rita Ruzzene SJBP




25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti